Basilica di San Piero a Grado

Stampa

Nell’area dove sorge attualmente la Basilica fu edificato l’edificio paleocristiano in prossimità dello scalo fluviale di Grado di Porto Pisano dove, secondo la Leggenda Aurea, sarebbe approdato l’apostolo Pietro nel 44 d.C. L’edificio fu poi ricostruito nei secoli successivi fino alle modifiche apportate tra l’XI ed il XII secolo che ne hanno determinato l’aspetto attuale. La chiesa presenta un’insolita struttura esterna caratterizzata dalla presenza di due corpi absidati: a tre absidi quello orientale e ad un’unica abside quello occidentale, costruito forse in seguito al crollo della facciata causata da una piena dell’Arno. L’esterno è ornato da piccoli archi ciechi, cornici e lesene. L’interno, diviso in tre navate da colonne, presenta affreschi trecenteschi di Deodato Orlandi sulle pareti della navata centrale, raffiguranti in due ordini sovrapposti le Storie di San Pietro e i ritratti dei Papi. Trecentesco è anche il ciborio collocato nel punto in cui San Pietro avrebbe celebrato la prima messa. Il campanile venne distrutto nel 1944 dai soldati tedeschi in ritirata ed è tutt’ora in fase di ricostruzione.

 

basilica-san-piero-a-grado

 

enEnglish

Scopri tutti gli itinerariLascia che l'Arno ti Racconti Pisa
Scegliere Layout di pagina
Posizione Header
Stile di sottomenu