Palazzo Reale

Stampa

Il palazzo venne edificato per volere del Granduca Francesco I de’ Medici a seguito della decisione di abbandonare la vecchia residenza granducale adiacente alla chiesa di San Matteo, per acquistare terreni e caseggiati compresi tra via Santa Maria, la chiesa di San Nicola e l’Arno. La nuova residenza, posta nel luogo dove sorgevano le case della famiglia Gaetani e Arrighetti e la chiesa di San Donato, venne commissionata nel 1583 all’architetto Bernardo Buontalenti. La costruzione portò alla demolizione degli edifici preesistenti ad eccezione della Torre dei Gaetani, detta “della Vergadoro”, dalla quale si dice che Galileo, con il suo cannocchiale, avesse mostrato il firmamento ai Granduchi. Dal palazzo, tramite due cavalcavia, si poteva poi accedere alla tribuna della Chiesa di San Nicola così da permettere alla famiglia granducale di recarsi alla messa in modo comodo e sicuro. Oggi Palazzo Reale, oltre ad essere sede della Soprintendenza ai Beni Artistici, Paesaggistici e Demoetnoantropologici, ospita la Collezione del relativo Museo Nazionale, istituito nel 1989.

 

palazzo-reale

 

enEnglish

Scopri tutti gli itinerariLascia che l'Arno ti Racconti Pisa
Scegliere Layout di pagina
Posizione Header
Stile di sottomenu